Cosa facciamo

Cosa facciamo

 
 

L’Associazione, senza fini di lucro, ha lo scopo di promuovere la ricerca scientifica nel campo dell’Epidermolisi Bollosa e di altre malattie epiteliali potenzialmente trattabili con terapie avanzate e/o medicina rigenerativa e di favorire la presa in carico sanitaria dei pazienti affetti da tali patologie.


Questi i principali ambiti in cui l'associazione si propone di operare:

Ricerca


Promozione della ricerca scientifica sullo studio e sul trattamento di queste patologie epiteliali, sia tramite la raccolta di finanziamenti per progetti specifici sia favorendo la collaborazione tra i ricercatori e i contatti tra i ricercatori, il personale medico e paramedico e i pazienti;


Supporto agli enti di ricerca e i centri clinici, attraverso la raccolta di finanziamenti specifici e la partecipazione a bandi di enti pubblici e privati.


Terapia


Supporto all’accesso dei pazienti alla ricerca e alla terapia in strutture di eccellenza situate in Emilia-Romagna, come il Centro di Medicina Rigenerativa "Stefano Ferrari" dell'Università di Modena e Reggio Emilia e la Struttura complessa di Dermatologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena, favorendo nel contempo la collaborazione tra i ricercatori e il personale sanitario emiliano-romagnolo e le figure di riferimento nel territorio di residenza dei pazienti.


Pazienti


Supporto informativo alle persone affette da Epidermolisi Bollosa e patologie epiteliali e alle rispettive famiglie, riguardo agli sviluppi della ricerca scientifica, alle terapie e agli ausili disponibili, alla assistenza sanitaria ed economica da parte delle istituzioni pubbliche e a ogni altra circostanza utile alla convivenza quotidiana con queste patologie;


Sostegno ai pazienti e alle loro famiglie per agevolarli nella gestione della vita quotidiana o nel ridurre i costi legati alla patologia (come trasferte per assistenza medica, visite specialistiche e ricoveri a Modena).


Società


Sensibilizzazione dell’opinione pubblica e delle istituzioni pubbliche e private sulle problematiche sociali, sanitarie e terapeutiche connesse con le patologie epiteliali, attraverso campagne di comunicazione ed organizzazione di eventi ad hoc rivolti alla cittadinanza o a categorie specifiche come studenti, personale medico-sanitario, ricercatori, giornalisti, poltici, etc.;


Attivazione di <collaborazioni con altre realtà associative ed enti che svolgano attività analoghe o complementari a quelle de Le ali di Camilla.


 

Aiutateci ad aiutare! Abbiamo bisogno di ciascuno di voi